marco redaelli

Marco Radaelli definisce la sua fotografia con poche parole “Dipingo la natura e creo incubi”.
All’amore immenso per la natura, si aggiunge la voglia di creare atmosfere noir, nelle quali, molto spesso, lui è il protagonista. Due mondi ben distanti tra loro, ma se c’è una cosa dalla quale Marco è sempre fuggito, è la monotonia, così anche nella fotografia gli piace variare, cambiare soggetti e ambientazioni in modo anche molto drastico. Quando non fotografa la natura usa prevalentemente il bianco e nero, adora questo genere, a suo avviso è la massima espressione della fantasia.